Navigazione Veloce
Chiudi Navigazione

Il periodico trimestrale di Terre dell'Etruria

Archivio Cooperazione in Agricoltura

Approfondimenti

Intervista a Tania Bernieri, Componente del Cda di Terre dell’Etruria nominata dalla Sez. soci di Vignale-Cura Nuova
Il futuro della cooperazione passa dall'aggregazione tra produttori
Intervista a Luca Brunetti, Tecnico di Terre dell'Etruria per l'area di Siena

STABIGEST

Tra tutti i mammiferi di allevamento (industriale o famigliare/rurale) e da compagnia, il coniglio è senz’altro una delle specie più bisognose di attenzioni. Per contribuire al suo benessere, Formevet ha sviluppato STABIGEST, un mangime complementare liquido per conigli di tutte le razze (conigli nani e conigli in allevamento domestico) e per piccoli mammiferi domestici (criceti, cavie, cincillà, ecc.) in tutte le fasi di età.

QUANDO SI USA

Per la sua composizione comprendente una miscela di 6 acidi organici a catena corta e media, una sostanza ad azione antibatterica naturale (propoli), composti di oligoelementi, sali minerali ed un astringente (tannino), STABIGEST è indicato per mantenere l’equilibrio della microflora e del pH intestinale/ciecale, a salvaguardia di una corretta digestione e del mantenimento di condizioni che contrastano naturalmente l’insorgenza di gonfiore addominale, meteorismo e di quel fenomeno noto come “acqua in pancia” conseguente a situazioni di stress quali errori alimentari, sovraffollamento, caldo secco, freddo umido, ecc..

COSA CONTIENE

COMPOSIZIONE - Cloruro di potassio, Cloruro di sodio, Saccarosio, Sottoprodotti dell’apicoltura (Propoli 0,1%).

ADDITIVI PER LITRO DI MANGIME COMPLEMENTARE - Conservanti: E270/Acido lattico 280.000 mg - 1a297/Acido fumarico 5.000 mg - E280/Acido propionico 150.000 mg - E330/Acido citrico 25.000 mg - E236/Acido formico 30.000 mg - E260/Acido acetico 50.000 mg. Composti di oligoelementi: 3b405/Solfato di rame(II) pentaidrato 9.825 mg (Cu 2.500 mg) - 3b605/Solfato di zinco monoidrato 20.000 mg (Zn 7.280 mg). Aromatizzanti: 2b16080/Acido tannico 1.050 mg.

COMPONENTI ANALITICI E RELATIVI TENORI - Proteina grezza 0,9%, Fibra grezza 0,4%, Grassi grezzi 0,8%, Ceneri grezze 4,8%, Sodio 1,02%, Umidità 69,7%.

COME SI USA

Agitare il flacone prima dell’uso. Usando l’apposito misurino, STABIGEST può essere somministrato, miscelandolo accuratamente, nell’acqua da bere fresca e pulita, in ragione di 3-4 ml per litro, o nel mangime, in ragione di 6-8 ml per ogni chilogrammo. Si consiglia di preparare l’acqua o il mangime giornalmente, sostituendo il residuo. Coniglie fattrici: 4-6 giorni di trattamento durante la 3° settimana di gestazione. Conigli in accrescimento: 4-6 giorni di trattamento dopo lo svezzamento, da ripetersi ogni 3-4 settimane. Conigli nani ed altri piccoli mammiferi domestici da affezione (criceti, cavie, cincillà, ecc.): 4-6 giorni di trattamento ogni 4-5 settimane.

AVVERTENZE

Il prodotto può rimuovere residui calcarei e/o organici nei sistemi di abbeveraggio automatico.
Nell’Area Prodotti del sito aziendale www.formevet.com sono disponibili l’etichetta e le informazioni di prodotto.
Prima dell’uso leggere sempre attentamente l’etichetta, le note precauzionali ivi descritte ed attenersi alle relative modalità d’uso e dosaggio.


Confezione: flacone 200 ml
Formevet S.r.l. - Via Savona, 97 - 20144 Milano (Italia) - Tel. 02.4345891 - Fax. 02.43458922 - www.formevet.com - vetline@formevet.it

Focus

Terre dell’Etruria e il carciofo toscano. Il progetto Residuo Zero tra un brand ad hoc e packaging sostenibili

L’obiettivo dell’Op di Terre dell’Etruria (che conta oltre 110 aziende della costa toscana) è chiaro: distinguere il carciofo toscano. Un progetto ambizioso e ben avviato, frutto di una più ampia strategia orientata ad incrementare il valore commerciale dei prodotti, promuovere la conoscenza attraverso lo sviluppo del potenziale umano e migliorare la qualità dell’ambiente. «La coltivazione sta procedendo bene, le superfici sono stabili e nuovi impianti entreranno in produzione a partire dal marzo 2021», ha dichiarato alla prestigiosa testa Italiafruit il responsabile ortofrutta di Terre dell’Etruria, Paolo Simonelli. Il freddo che ho segnato il mese di febbraio non ha certo aiutato, ma i danni sembrano essere stati sufficientemente contenuti. Per il 2021 sono attesi circa 520 tonnellate di carciofi, per i quali sono previsti importanti novità: «Stiamo portando avanti il progetto residuo zero; abbiamo individuato quattro aziende, disponiamo di un disciplinare di produzione a cui gli agricoltori si attengono».. Continua la lettura sul periodico di Mar/Mag 2021.

«Terre dell’Etruria, una piattaforma al servizio dell’innovazione in agricoltura» Intervista a Sara Guidelli, Direttore Generale Legacoop Agroalimentare

In apertura di un numero denso di contributi, testimonianze e racconti della nostra cooperativa abbiamo intervistato Sara Guidelli, Direttore Generale di Legacoop Agroalimentare, che ci ha offerto la sua visione di Terre dell’Etruria. Come Direttore generale di Legacoop Agroalimentare hai a che fare con una serie di realtà molto diverse tra loro: come è integrata a livello nazionale Terre dell’Etruria? Con le recenti fusioni (Co.Pa.Ca, San Rocco e Airone Green Center) – che si sommano a quelle che hanno caratterizzato la storia della cooperativa – Terre dell’Etruria si conferma come una delle realtà più importanti nel panorama agroalimentare della Toscana. E sicuramente è una realtà che si candida ad avere un ruolo a livello nazionale. È una delle cooperative che contribuiscono alla crescita del settore: grazie alle scelte strategiche portate avanti è tra quelle che meglio interpretano la filosofia di crescita del settore, fatta di capacità di rafforzarsi, di unioni e di attenzione alla qualità e valorizzazione delle eccellenze del made in Italy... Continua la lettura sul periodico di Mar/Mag 2021.

I legumi Antico Borgo: sostenibili per l’ambiente e per il portafoglio. Ceci, lenticchie, fagioli borlotto, cannellino, zolfino e rosso, oltre a farro, orzo e una zuppa toscana composta da ingredienti misti: sono i nuovi arrivati nella linea di prodotti toscani.

Il 10 febbraio scorso se ne è celebrata la Giornata mondiale. Stiamo parlando dei legumi, una coltivazione a bassa impronta idrica che promuove anche la biodiversità e rappresenta una valida alternativa alla carne. Ed è proprio per celebrare un alimento che mette insieme salute, sostenibilità economica e sostenibilità ambientale che nel 2019 la FAO (l’agenzia Food and Agriculture Organization delle internazionale dei legumi, fissata stabilmente il 10 febbraio, per dare continuità alle azioni intraprese nel 2016 con l’Anno internazionale dei legumi. I legumi sono la giusta chiave per fornire una sana alimentazione al maggior numero di persone e con un minore impatto ambientale rispetto agli allevamenti animali. Questo perché sono ricchi di proteine e sono economicamente accessibili e la loro coltivazione può essere portata avanti da piccoli agricoltori. I legumi sono una vera miniera di proteine: ne contengono il doppio dei cereali e talvolta in quantità maggiore persino rispetto a carni di bassa qualità. Per questo siamo fieri di presentarvi gli ultimi arrivati sugli scaffali dei nostri punti vendita tra i prodotti a marchio Antico Borgo: la nostra selezione di legumi, composta da nove referenze importanti ed essenziali: ceci, lenticchie, farro, orzo, quattro tipi di fagioli (fagiolo borlotto, fagiolo cannellino, fagiolo zolfino, fagiolo rosso) e una zuppa toscana composta da ingredienti misti. I legumi Antico Borgo sono prodotti 100 % toscani per produzione e lavorazione, che vengono trattati, puliti e impacchettati da un nostro socio di Bientina. A partire da dicembre 2020 i legumi sono proposti in vendita in sacchetti sigillati da 500 grammi oppure sfusi. Le uniche referenze ad avere un formato diverso, da 300 grammi, sono il fagiolo zolfino e il fagiolo rosso: trattandosi di prodotti un poco più costosi perché più rari, abbiamo preferito continuare a offrirvi prodotti buoni a un prezzo sostenibile, sicuri che sarete felici di portare in tavola alimenti del territorio coltivati con passione dai nostri soci agricoltori.. Continua la lettura sul periodico di Mar/Mag 2021.

 

La Redazione

Camilla Micheletti
Direttore Editoriale
Filippo Martinelli
Direttore Responsabile
Azzurra Meucci
Redazione
Federico Creatini
Redazione

 

Suggerimenti

Sei un cuoco? un appassionato di agricoltura? un estimatore dei prodotti toscani? Oppure sei curioso di sapere dove si trovano le nostre aziende, cosa e come viene coltivato, sei interessato ad un settore in particolare?

Scrivici! Lasciaci una tua impressione, un tuo commento, inviaci le tue ricette, le tue foto, cosa vorresti trovare nel prossimo periodico. Ogni comunicazione verrà trattata con la masssima attenzione. Con il tuo contributo faremo crescere insieme il "periodico Cooperazione in Agricoltura".


Ho preso visione dell'informativa privacy