Navigazione Veloce
Chiudi Navigazione

Servizi ai Soci

Terre dell’Etruria Servizi riservati ai soci della cooperativa.



Servizi finaziari SCARICA IL PDF DEI SERVIZI FINANZIARI

La Cooperativa, dietro impegno del Socio al conferimento e in funzione dei dati catastali disponibili, comunica alla banca la PLV potenziale dell’azienda agricola e il suo budget di acquisto di agroforniture. La banca ne ricava l’importo massimo finanziabile e riceve il vincolo da parte di Terre dell'Etruria di canalizzare i pagamenti del prodotto del Socio sulla stessa banca, che trattiene la parte necessaria all’estinzione del debito. Il Socio pagherà gli interessi passivi in ragione dell’importo utilizzato.
È la formula che consente al Socio di accedere al credito bancario grazie alla produzione già conferita. Terre dell'Etruria si pone come garante nei confronti della banca, determinando un valore potenziale dei prodotti conferiti a copertura del prestito richiesto. Il Socio pagherà gli interessi passivi in ragione dell’importo utilizzato.
Per i Soci conferenti si tratta sostanzialmente di un anticipo su conferimento, con alcune particolarità che lo differenziano da altri strumenti finanziari. Il conferente che desideri ottenere una porzione rilevante del controvalore dei propri prodotti agricoli, anticipatamente rispetto ai tempi stabiliti dai regolamenti interni per le varie tipologie di prodotto, può chiedere a Terre dell'Etruria che sia effettuato tramite il Factor il pagamento della propria fattura di acconto che la stessa Cooperativa avrà cura di emettere per conto del Socio. I vantaggi per il Socio sono:
  • tempi più rapidi d’istruttoria rispetto ad altri strumenti finanziari;
  • tasso d’interesse in convenzione, inferiore al 2%, applicato al Socio per il periodo tra il momento dell’erogazione e la scadenza della fattura di acconto;
  • nessuna apertura di rapporti di conto corrente con banche.
È utilizzabile anche da Soci non conferenti o aziende clienti della Cooperativa. Consiste in un fido temporaneo gestito tramite un conto ordinario che, in funzione di fatture emesse o di un budget di acquisti di mezzi tecnici (sementi, agrofarmaci, concimi, ecc.), permette all’imprenditore agricolo di ottenere dilazioni nei pagamenti. Rispetto alle scadenze ordinarie delle fatture, il pagamento può essere effettuato anche oltre i 12 mesi (entro il 30 giugno dell’anno successivo), non a Terre dell'Etruria, ma alla banca finanziatrice. Il vincolo per l’imprenditore agricolo è che il fido sia utilizzato solo ed esclusivamente per le fatture emesse dalla Cooperativa.
Prestito assistito da garanzia fidejussoria onerosa del Consorzio “Agrifidi”, che può beneficiare di un abbattimento del tasso di interesse dell’1,50% se in regime “de minimis” . Il rimborso e la conseguente applicazione degli interessi avviene a scadenza del prestito di conduzione, con oneri finanziari calcolati su tutto l’importo per l’intero periodo (mentre nei fidi in conto corrente si paga su ciò che si utilizza e il rimborso può avvenire anche anticipatamente in funzione delle disponibilità del soggetto finanziato).
Sono gli strumenti per finanziare investimenti di medio/lungo periodo (impianti, macchinari, terreni). Il mutuo chirografario con o senza preammortamento (la quota capitale si restituisce in anni successivi al primo), ha solitamente una durata tra i 5 e gli 8 anni e viene assistito da garanzia di un Consorzio Fidi. Nel mutuo ipotecario il finanziamento è invece assistito da garanzia reale.