Navigazione Veloce
Chiudi Navigazione

La Storia

ANNI 1950 - 1980

Anni 50: il 14 Aprile 1950 nasce a Donoratico, nel comune di Castagneto Carducci, la cooperativa Produttori Donoratico costituita per la commercializzazione del latte prodotto dai 35 soci fondatori. La  cooperativa rappresenta una delle prime esperienze di produttori impegnati non solo nella raccolta ma anche nella trasformazione e commercializzazione del latte.

Anni 70: nel corso di questi anni la cooperativa decide di ampliare la propria attività nel settore cerealicolo ed olivicolo associando una serie di coltivatori dei comuni limitrofi con l’obiettivo di realizzare due centri di stoccaggio per la raccolta e conservazione dei cereali rispettivamente nei comuni di Castagneto Carducci e Rosignano Marittimo. Nel frattempo, nei primi anni 70, a Castagneto Carducci, la cooperativa rileva in affitto un piccolo frantoio aziendale. L’allargamento della base sociale e il consolidamento dei nuovi obiettivi porta al cambio di denominazione della cooperativa originaria che, con atto del  17 Dicembre 1975, assume il nome di Cooperativa produttori Agricoli Livornesi in sigla Co.P.A.L..  Gli anni ‘70 sono un periodo di forte espansione sia per volumi di prodotto commercializzato sia per numero di soci; tutto questo porta all’apertura di un magazzini per la vendita dei prodotti  e di un centro di stoccaggio cereali a Castagneto Carducci e Rosignano Marittimo. Nel 1976 viene deliberata la costruzione del nuovo frantoio a Castagneto Carducci presso un terreno che nel frattempo era stato acquistato per la realizzazione del centro di stoccaggio cereali.

 

 

ANNI 1980 - 2000

Anni 80: la crescita degli anni ’70 viene consolidata nel decennio successivo grazie ad una nuova strategia aziendale che vede la cooperativa impegnata nella pianificazione di operazioni di ampliamento dell’attività guardando a mercati al di fuori della provincia di Livorno.

Anni 90: il 24 Maggio 1994 viene incorporata per fusione la cooperativa Val di Cecina di Montecatini Val di Cecina acquisendo un nuovo magazzino a Casino di Terra. Nel frattempo da parte di Co.P.A.L. ed altre cooperative di allevamento bovino, viene costituto un Consorzio chiamato Co.Agri per fornire servizi, in particolare di assistenza veterinaria, alle stalle sociali. Il processo di aggregazione in atto porta alla trasformazione del Consorzio Co.Agri in cooperativa modificando anche il tipo di attività svolta e l’oggetto sociale cosa che, in data 3 Settembre 1996, porta all’incorporazione della Co.P.A.L. e di un’altra cooperativa della Val di Cecina con sede a Riparbella. Vengono acquisiti con questa operazione un ulteriore centro di stoccaggio cereali ed un frantoio.

Nel 1997 il 14 Gennaio  cambia il Presidente del Consiglio di Amministrazione: esce Marino Favilli ed entra Miriano  Corsini, già Presidente regionale dell’associazione delle cooperative agricole aderenti a Legacoop.

In questi anni  il Consiglio di amministrazione delibera una serie di aumenti di capitale sociale con l’entrata anche di soci sovventori, finalizzati alla ristrutturazione dei centri aziendali, ristrutturazioni che andranno avanti nel corso anche dei futuri anni ed avvia una serie di importanti programmi di certificazione di processo e prodotto che portano la cooperativa, in data 2 Novembre 1999 ad acquisire la prima certificazione ISO 9001 per i propri settori produttivi.

 

 

ANNI 2000 - 2010

Negli anni 2000 continua la campagna di acquisizioni.

In data 26 Settembre 2001 la Co.Agri incorpora la cooperativa Innovatrice di Chianni, nella provincia di Pisa, la cooperativa ortofrutta di Venturina  e la cooperativa fra produttori Agricoli Comprensorio del Cornia di Vignale Riotorto nella provincia di Livorno. Con questa operazione nasce la cooperativa Terre dell’Etruria che con decisione unanime dei soci intende assumere un ruolo chiave nel panorama agricolo regionale ponendosi come obiettivo l’aggregazione ulteriore di altre cooperative della costa. Viene avviato il processo di diversificazione dei settori produttivi, con l’inserimento del nuovo settore ortofrutticolo e ridisegnato l’organigramma aziendale. Vengono altresì decisi ed avviati importanti ulteriori investimenti nei vari centri aziendali attraverso anche la dismissione di immobili non più utili al ciclo produttivo aziendale.

In data 11 ottobre 2001 viene acquistata l’attività della cooperativa Nuova Zootecnia di Cascina con un centro di stoccaggio cereali dotato di impianto di essicazione per il mais e di un magazzino.

Il 28 Ottobre 2002 viene acquistato dalla cooperativa Auser il centro aziendale di Arena Metato nel comune di San Giuliano Terme.

Nel frattempo Terre dell’Etruria costituisce la Co.gri Agricola S.r.l. per il confezionamento e la commercializzazione dell’olio extravergine di oliva per conto della cooperativa e dei soci e  favorisce la nascita della cooperativa Airone con lo scopo di aiutare i soci nella gestione dei vari servizi agricoli in campo.
Si espande l’attività nella provincia di Grosseto che vede, prima l’acquisizione del ramo di azienda della Cooperativa Terre di Maremma limitatamente al magazzino di Massa Marittima ed in seguito, in data 11 Dicembre 2008 l’incorporazione per fusione della stessa cooperativa che apporta l’attività del centro aziendale di San Martino a Grosseto e di Campagnatico in Loc. Granaione.

Il 17 Aprile 2008 il Consiglio di Amministrazione, per consolidare il settore oleario in forte espansione, delibera l’acquisizione del 20% del capitale della Spa Montalbano Agricola Alimentare  con sede operativa a Vinci (FI) la cui quota di maggioranza è detenuta dall’Oleificio Cooperativo Montalbano.  Si crea in questo modo il maggiore gruppo toscano per produzione dell’olio extravergine di oliva toscano igp.

 

 

ANNI 2010 - 2014

Negli ultimi anni vengono costituite, assieme ad altri soggetti, cooperativi e non, una serie di società per la gestione di filiere produttive, tra cui Formaggi di Maremma(caseificio), fattorie di Capalbio (cantina vinicola).

In data 13 Giugno 2011 viene costituita, assieme alla Romagnoli Fratelli S.p.a., la società Toscana & Sapori s.r.l. per la lavorazione e commercializzazione della patata e cipolla toscana della quale Terre dell’Etruria detiene la maggioranza delle quote.

In data 03 Giugno 2014 viene firmato l'atto di fusione per incorporazione della Società Cooperativa Agricola Agrimaremma in Terre dell'Etruria.
Con questo importante passaggio, Terre dell'Etruria estende la propria attività nella provincia grossetana fino ai confini del Lazio, aumentando la propria base sociale e acquisendo quattro nuovi magazzini per la vendita di mezzi tecnici, cinque centri di stoccaggio cereali, un negozio per la vendita di prodotti agroalimentari, un frantoio e una cantina nei comuni di Manciano e di Magliana in Toscana.


In data 21 Ottobre 2014, il Consiglio di Amministrazione della Cooperativa discute, tra gli argomenti all'ordine del giorno, le dimissioni dell'allora Presidente  Miriano Corsini. 
Sotto la Presidenza Corsini, durata molti anni, la Cooperativa ha raggiunto una dimensione regionale aumentando il fatturato e ridisegnando l'intera azienda.
Sono stati anni intensi, ricchi di soddisfazioni e di sfide, che hanno dato origine alla struttura attuale di Terre dell'Etruria.
Il passaggio di testimone, preparato nel tempo dallo stesso Corsini, avviene con l'elezione di un quadro interno alla Cooperativa Massimo Carlotti.
Per Terre dell'Etruria Inizia un nuovo percorso in continuità con quanto programmato nel passato e con lo sguardo rivolto alle sfide del futuro.
 

 

 

ANNI 2015 - Ad oggi


Il Consiglio di Amministrazione inizia a discutere, nei primi mesi del 2015, le linee di sviluppo della Cooperativa aprendo il confronto con soci, dipendenti e amministratori, confronto che si conclude con l'approvazione del documento di pianificazione strategica 2016-2018.
Nel frattempo, le linee guida discusse e programmate vengono messe in atto e, il 27 Giugno 2015, viene inaugurato il nuovo punto vendita di Grosseto, un investimento importante che lancia la Terre dell'Etruria in una nuova sfida commerciale e mediatica che la accompagnerà del corso dei prossimi anni. 
Nel maggio 2016 viene portato a compimento ed inaugurato (il 28/05) anche il lavoro di ristrutturazione del punto vendita di Donoratico, ampliato nella gamma di prodotti, nella metratura e nella qualità degli spazi espositivi in linea con quanto già sperimentato nel punto vendita di Grosseto.