Navigazione Veloce
Chiudi Navigazione

Difesa

Difesa delle colture a cura dei Tecnici di Terre dell'Etruria

Nella seconda settimana di monitoraggio non si sono  osservate infestazioni sopra soglia esclusa l'area  di Castagneto Carducci, Rosignano, Cecina loc. Paratino, e alcuni  comuni collinari della Val di Cecina ( Montecatini Val di Cecina, Casale).

Si è osservata anche una buona mortalità larvale (fino al 50%) per effetto delle condizioni di temperatura e in presenza di  olivete maggiormente soggette a stress idrico. 

Nelle aree indicate dai bollettini dove non si fosse ancora effettuato il trattamento e in presenza di infestazione attiva , il sugggerimento è di intervenire tempestivamente o di effettuare un campionamento aziendale soprattutto se si tratta di olivete irrigate e con scarsa carica di frutti che normalmente manifestano  una maggior suscettibilità agli attacchi di mosca delle olive.

Le condizioni di ventosità e di temperatura elevata che hanno caratterizzato la trascorsa settimana hanno ulteriormente incrementato i valori di evapotraspirazione potenziale raggiungendo nella giornata di venerdi 14 e sabato 15 valori prossimi ai 7 lt/mq /giorno ( 7 mm).

Ciò ha  accentuato la cascola di frutti in post allegagione con ingiallimenti e accartocciamenti delle foglie, nei terreni caratterizzati da ridotta riserva idrica e in assenza di irrigazione. 

Sono utili a tal proposito interventi con azoto fogliare a lenta cessione e alghe ad azione fitostimolante che mitigano tali  effetti negativi, oltre naturalmente dove presente impianto irrigazione a mantenere un buono stato idrico dei suoli.