Navigazione Veloce
Chiudi Navigazione

La cooperativa informa

Cari Olivicoltori


Caro olivicoltore,

l'annata 2017 si ricorderà nella storia della recente olivicoltura del litorale tirrenico  della Toscana  e degli olivicoltori di terre dell'Etruria come un anno caratterizzato da produttività, rese in olio e qualità del prodotto ottenuto,  che  sono state molto superiori alle aspettative. Ciò si è evidenziato di più in olivete irrigue di pianure , mentre nelle zone collinari causa lo stress idrico che ha caratterizzatola fase di prefioritura / indurimento nocciolo ha ridotto generalmente le produzioni. Le elevate temperature del periodo estivo hanno pressoché annullato gli attacchi di mosca delle olive a tutto vantaggio della qualità e del contenimento dei costi di produzione per chi ha seguito le indicazioni fornite.

Nel 2017 per il primo anno i dati rilevati dalla rete di monitoraggio sono stati integrati con quelli della regione Toscana fornendo così un informazione ancor più capillare e puntuale, oltre alla collaborazione fatta da oltre un anno con la SCUOLA SUPERIORE SANT'ANNA , che ci ha consentito, nel 2017, di approfondire le conoscenze sul problema emergente , soprattutto nell'area maremmana della Cecidomia fogliare dell'olivo  e per la quale siamo andati a richiedere al Ministero della Sanità l'uso speciale di formulati  per contrastarne la diffusione.

Il percorso avviato da sempre più olivicoltori che utilizzano il servizio di assistenza tecnica di Terre dell'Etruria e  i frantoi , il centro di imbottigliamento, ha portato ad un incremento nelle produttività delle olivete e del  valore aggiunto del prodotto finito.  

In un numero  sempre  maggiori di olivete si sono  sfiorati , e in alcuni casi largamente superati.....nella corrente annata .....i 15 quintali di olio prodotto per ettaro! Obiettivo che ci siamo sempre posti negli ultimi 3 anni di riunioni fatte con voi produttori,  con una produzione lorda vendibile ad ettaro,  di tutto riguardo e che lascia intravedere nell'olivo una coltura praticabile o alternativa ad altre da tempo praticate nel nostro areale e a salvaguardia del territorio che è quello che  da il valore aggiunto in più che garantisce il marchio "TOSCANO" .

In questi giorni presenteremo il PIANO DI FILIERA OLIVICOLO che porterà alla realizzazione di circa 300 nuovi ettari di olivi in provincia di Pisa Livorno e Grosseto, non poco dobbiamo riconoscere, che saranno gestibili , se approvato....attraverso le più moderne tecniche di produzione, trasformazione e di tracciabilità del prodotto.

Tuttavia , non dobbiamo abbassare la guardia, di fronte a nuove avversità , complice il cambiamento climatico ineludibilmente in corso,  ed evitare che le esperienze  e i risultati , anche economici ,raggiunti siano vanificati nell'anno che verrà.

A tal proposito, ritenendo far cosa gradita , ti inviamo le schede di difesa e nutrizione  suggerite per il 2018 sia per aziende convenzionali che biologiche,insieme a due interessanti articoli comparsi sulla rivista dI frutticoltura del novembre 2017, che potrete presto trovare anche sul nostro sito internet corredate anche dalla interessante scheda per coltura più esaustiva e completa(,https://www.terretruria.it/agronomi/olivo) che avrete modo , se vorrete.... di leggere durante le prossime festività natalizie che vi auguriamo trascorrere serenamente con i vostri cari  e con l'augurio per un prospero e felice 2018,

Ufficio tecnico agronomico di Terre dell'Etruria

  Torna indietro